Il luogo del mese

 

Ad Ottobre, in occasione dell' apertura del  Sinodo sul Medio Oriente,  
ci piace portarvi   alla scoperta  di una  comunità, 
nata nel cuore di  Israele, dove da  molti  anni   oramai 
vivono insieme   ebrei,    musulmani  e  cristiani.
Potete visitarla …

cliccando qui!

Neve Shalom, Wahat Al Salam, Oasis of Peace

Neve Shalom/Wahat al-Salam è un villaggio cooperativo di Ebrei e Arabi palestinesi (musulmani e cristiani), tutti cittadini di Israele. Il suo nome deriva da uno dei libri di Isaia (32,18): “Il mio popolo abiterà in un’ Oasi di Pace" (Neve Shalom in ebraico, Wahat al-Salam in arabo). Il nome del villaggio è stato scelto dal suo fondatore, il padre domenicano Bruno Hussar, ebreo di origine, cittadino di Israele, nel 1966.

Educazione
L’idea di creare strutture scolastiche che potessero esprimere e diffondere gli ideali di coesistenza ed eguaglianza di NSWAS nacque nella comunità assieme alla nascita dei primi figli. L’idea prese corpo nella forma di un asilo nido binazionale dal quale, con l’andar degli anni, sono poi nate una scuola materna e una scuola elementare.

 La Scuola per la pace
La Scuola per la pace (SFP) fu fondata nel 1979 come istituzione capace di far sentire in massima misura verso l’esterno l’impatto educativo di NSWAS. Tramite una varietà di corsi e seminari diretti a molteplici strati sociali delle popolazioni ebraica e palestinese, la Scuola per la pace opera per accrescere la consapevolezza della complessità del conflitto e migliorare – con l’esclusivo ricorso a metodi educativi – la comprensione reciproca tra palestinesi ed ebrei.

Dumia-Sakina: Centro Spirituale Pluralistico
Un luogo e una struttura per una riflessione spirituale sui problemi che colpiscono il cuore del conflitto del Medio Oriente e sulla ricerca di una sua possibile soluzione. 

neve_shalom_2

"Holy village
          with hope
                            for Holy Land"